>Giornata Mondiale della Gioventù >Patroni della GMG >Beata Giovanna di Portogallo
Patroni GMG

Beata Giovanna di Portogallo

Figlia di Alfonso V e di Isabella d’Avis e sorella del futuro re del Portogallo, Giovanni II, Giovanna nacque il 6 febbraio 1452. Avrebbe potuto essere regina in diversi regni d’Europa, ma Giovanna preferì essere unita a Cristo e alla Passione di Cristo, e partì per il chiostro all’età di 19 anni. Morì ad Aveiro, nel convento delle monache domenicane, nel 1490.

Anche se non è ancora stata canonizzata, tutti la chiamano Santa Giovanna la Principessa, e questa Beata ci invita a scelte radicali!

Molto bella, Giovanna coltivò le più alte virtù cristiane, dissimulando i sacrifici che praticava. Piena di compassione, si rimboccò le maniche per dare pane agli affamati e vestiti agli straccioni.

Sebbene tutti la vedessero diventare regina del Portogallo, Giovanna rifiutò tutti i pretendenti, perché era decisa a donarsi solo a Cristo. Dopo il permesso del padre, Giovanna si ritirò nel Convento di Odivelas e successivamente nel Convento di Gesù ad Aveiro. Essendo una principessa reale e potenziale erede al trono, non le era possibile professare i voti religiosi di povertà, castità e obbedienza, ma indossò l’abito religioso e visse come una novizia domenicana.

La malattia non l’ha risparmiata, lasciandola costretta a letto. Morì il 12 maggio 1490, all’età di 38 anni, stringendo un crocifisso e circondata dalle sorelle della sua comunità.

Poiché ha sempre avuto una grande devozione per la Passione di Cristo, la Beata Giovanna è sempre rappresentata con un crocifisso in mano.

Nel 1693, fu dichiarata Beata Giovanna di Portogallo da Papa Innocenzo XII e successivamente, nel 1965, Papa San Paolo VI la proclamò patrona speciale della città e della diocesi di Aveiro.

  • Compleanno6 febbraio 1452
  • Morte12 maggio 1490
  • Beatificazione4 aprile 1693
  • Festa liturgica12 maggio